DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 aprile 2000, n. 118
(FOIA e Trasparenza secondo la Riforma Madia)

Regolamento recante norme per la semplificazione del procedimento per
la  disciplina  degli  albi  dei beneficiari di provvidenze di natura
economica,  a  norma  dell'articolo 20, comma 8, della legge 15 marzo
1997, n. 59.

(Modificato dal D.lgs Madia (comma 2 dell'art. 43) in fase preliminare secondo LEGGE 7 AGOSTO 2015, N. 124)
 
 Modificato al: 21-1-2016
(Consiglio dei Ministri n. 101 del 21/01/2016)  
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'articolo 87, comma quinto, della Costituzione;
  Visto  l'articolo  20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1,
n. 16, e successive modificazioni;
  Vista la legge 30 dicembre 1991, n. 412;
  Vista la legge 31 dicembre 1996, n. 675;
  Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni;
  Visto l'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
  Vista  la  preliminare  deliberazione  del  Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 16 luglio 1999;
  Sentita  la conferenza unificata ai sensi dell'articolo 9, comma 3,
del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281;
  Udito  il  parere  del  Consiglio  di Stato, espresso dalla sezione
consultiva  per  gli  atti  normativi  nell'adunanza del 20 settembre
1999;
  Aquisito  il  parere  delle competenti Commissioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 25 febbraio 2000;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri e del
Ministro per la funzione pubblica, di concerto con i Ministri per gli
affari  regionali  e  del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica;
                              E m a n a
                      il seguente regolamento:

                               Art. 1
       Albi dei beneficiari di provvidenze di natura economica

  1.  Oltre  a  quanto stabilito dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, e
successive modificazioni, le amministrazioni dello Stato, le regioni,
comprese  le  regioni  a  statuto speciale, e le province autonome di
Trento  e  Bolzano,  gli  enti locali e gli altri enti pubblici, sono
tenuti  ad  istituire  l'albo  dei  soggetti, ivi comprese le persone
fisiche,  cui  sono  stati  erogati  in  ogni  esercizio  finanziario
contributi,  sovvenzioni,  crediti,  sussidi  e  benefici  di  natura
economica  a  carico  dei  rispettivi  bilanci e devono provvedere ad
aggiornarlo annualmente.
  2.  Per  ciascun soggetto che figura nell'albo viene indicata anche
la  disposizione  di  legge  sulla  base  della  quale hanno luogo le
erogazioni di cui al comma 1.
  3.  Gli  albi  istituiti  ai  sensi  del  comma  1  possono  essere
consultati  da  ogni cittadino. Le amministrazioni pubbliche preposte
alla  tenuta degli albi ne assicurano la massima facilita' di accesso
e pubblicita'.
                               Art. 2
               Informatizzazione ed accesso agli albi

  1.   I   soggetti   preposti   alla   tenuta  dell'albo  provvedono
all'informatizzazione dello stesso, consentendone l'accesso gratuito,
anche per via telematica.
                               Art. 3
                             Abrogazioni

  1.  Ai  sensi dell'articolo 20, comma 4, della legge 15 marzo 1997,
n.  59,  dalla  data di entrata in vigore del presente regolamento e'
abrogato l'articolo 22 della legge 30 dicembre 1991, n. 412.
  Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
   Dato a Roma, addi' 7 aprile 2000
                               CIAMPI
                                  D'Alema,  Presidente  del Consiglio
                                  dei Ministri
                                  Bassanini, Ministro per la funzione
                                  pubblica
                                  Bellillo,  Ministro  per gli affari
                                  regionali
                                  Amato,  Ministro  del  tesoro,  del
                                  bilancio   e  della  programmazione
                                  economica
Visto, il Guardasigilli: Diliberto
  Registrato alla Corte dei conti il 2 maggio 2000
  Atti di Governo, registro n. 120, foglio n. 28